FIFA Pro Players – Intervista a Giancarlo “Gianky09” Casati

Ritorna  la nostra rubrica dedicata alle interviste ai Pro Player di FIFA più forti in Italia e nel mondo!. Abbiamo il piacere di ospitare sul nostro sito  Giancarlo “Gianky09” Casati del Team Mkers (così come Daniele “IcePrinsipe” Paolucci che abbiamo avuto modo di intervistare lo scorso anno),  miglior italiano nella Fut Champions Weekend League nel mese di marzo e fresco della qualificazione al Gazzetta eSports Challenge, il torneo organizzato dal noto quotidiano sportivo valido come tappa di qualificazione ai Fifa Global Series Play Off da cui usciranno i partecipanti alla Fifa eWorld Cup, il mondiale di FIFA 18!

 Benvenuto Giancarlo parlaci un po’ di te. Cosa fai nella vita… a parte il Pro Player di Fifa si intende ?

- Advertisement -

Ciao a tutti ragazzi! Mi chiamo Giancarlo Casati, ho 24 anni e nella vita, al momento, lavoro nelle palestre come personal trainer!

 Come concili gli impegni della tua vita privata con il mondo esports? Quanto tempo al giorno dedichi ad allenarti?

Tutto ciò che concerne FIFA è sempre stata, rimane e sarà la mia passione! Il tempo lo troverò sempre! Non pensate che mi alleni ore e ore, non è importante il quanto tempo impiegate, ma il come lo si sfrutta.

- Advertisement -

Come e quando è nata la passione per Fifa?

È nata insieme al calcio, da piccolo esistevano pallone e nintendo con FIFA 98/99

Quando ti sei reso conto di avere le qualità giuste per diventare un “professionista”? Ti aspettavi questi risultati?

Si, forse non a questi livelli, ma ho sempre creduto in me e nelle mie capacità. Non c’è stato un momento preciso. Diciamo che quest’anno sono state le varie Weekend League: Weekend League per Weekend League,  sono riuscito a dimostrare a me ed a tutta Italia di che pasta sono fatto.

Sei arrivato ad un passo dalla qualificazione alla FUT Champions Cup di Manchester ma purtroppo l’hai mancata solo per un soffio nonostante un mese STRAORDINARIO. Quale è stata la tua prima reazione? E adesso, riflettendoci dopo qualche settimana, seconde te c’era qualcosa in più che avresti potuto fare o qualcosa di cui puoi “rimproverarti”?

Penso di aver dato il massimo, sicuramente cambierei un paio di cose, ma con il senno di poi non è così semplice parlare. Quando capii che non c’era più nulla da fare non scoppiai a piangere, ma quasi, ci tenevo tantissimo.. quindi bevvi un bicchiere di vino (o due) e mi rilassai.
Sin dal giorno seguente mi rimboccai le maniche e da lì fino ad oggi, su 240 partite di Weekend League ne ho perse solo 9.

 

Vista la crescita esponenziale che ogni anno il gioco ottiene e il conseguente seguito che giovani giocatori come te stanno avendo,dove pensi che si possa arrivare in Italia e in quanto tempo? Per quale motivo secondo te nel nostro paese siamo ancora un po’ in ritardo rispetto al resto del mondo nel settore degli eSports?

Secondo me è solo questione di tempo. Forse manca un progetto serio, quando basterebbe copiare dalla Germania o dalla Francia. In Italia siamo abbastanza competitivi, il calcio è lo sport nazionale, tutti giocano a Fifa. Basterebbe poco.

Si parla di un possibile sbarco degli eSports alle Olimpiadi. Secondo te, avvertiresti maggiore pressione all’idea di giocare per l’Italia oltre che per te stesso?

Pressione non lo so, probabilmente si. Al pensiero, però, avverto solo emozioni positive! Perciò sarebbe un orgoglio.

Passiamo un po’ al gioco vero e proprio. Quali sono i punti di forza ed i punti deboli di FIFA 18? Quali aspetti ritieni siano poco realistici e da migliorare nelle prossime edizioni?

Ritengo che gli sviluppatori sanno quel che fanno ed io più di tanto non saprei spiegarti né come migliorare, né come sistemare alcuni bug. Esempio stupido il Kick off glitch, sistemato solo a febbraio…… perché non farlo prima? Magari lavorare sulla tempestività..

Spesso molti giocatori perdono durante la finalina del torneo qualificazione, oppure non riescono ad amministrare il vantaggio negli ultimi minuti. Puoi dare loro qualche suggerimento su come gestire la pressione durante le partite più importanti?

Ragazzi, imparate una cosa che sembra scontata ma non lo è affatto: la palla e i vostri giocatori li muovete voi, voi decidete nel 99% delle situazioni, loro si nutrono delle vostre emozioni e voi dovete essere in grado di controllarle. Non fatevi distruggere dalle paure, le paure vi faranno perdere. Ps. Potete anche mettere un modulo più difensivo dal 70esimo in poi, tipo 4231, 442 o 433 (2)

Quale ICONA non può mancare nella tua squadra? Ed invece quale giocatore “buggato” davvero non sopporti e non vorresti mai trovarti contro?

Sicuramente, da quando ce l’ho, Ronaldinho. Insostituibile.
D’altrocanto… il buggatone SON!!!

11. Ultima domanda ? Cosa ne pensi del Gazzetta eSports Challenge e quali sono le tue aspettative per questo torneo?

Penso che finalmente si stia muovendo qualcosa, vedremo come sarà l’organizzazione!
Le mie aspettative? Non ho aspettative. Io voglio vincere, sempre.

Ringraziamo Giancarlo per il tempo dedicatoci e vi lasciamo con un suo video in cui ci mostra in che modo è possibile migliorare il proprio gioco in FIFA 18 ed in particolare durante la FUT Champions.

Iscrivetevi ai  profili social di Gianky09, dal canale Youtube, agli account Twitter, Facebook 

 

 

Vuoi conoscere le ultime news su FIFA 22 e FIFA 23?

Iscriviti al nostro canale Telegram!

Tutte le news su FIFA 23