Settimane da dimenticare questa probabilmente per gli sviluppatori di FIFA 18: dopo le critiche per l’assurda soluzione temporanea del “no loss glitch” su Xbox  che fa perdere la partita ai giocatori anche quando, inavvertitamente premono il pulsante menù del controller, senza però risolvere alla radice il problema, e dopo le critiche di numerosi pro-player, fra cui quella del campione delle FUT Championship Series Vitality Rocky, che ha deciso al momento di non competere più su questo gioco, ecco che nuovi video mettono in evidenza alcuni “bug” che se opportunamente sfruttati permettono di segnare con enorme facilità.

Il primo è stato condiviso dallo Youtuber inglese NepentheZ che ha ricevuto da uno dei suoi follower istruzioni su come smarcare facilmente un attaccante tramite il rinvio del portiere dal limite più esterno dell’area. Come egli stesso sottolinea, con un attaccante dotato di maggior forza fisica 4 volte su 5 avrebbe facilmente segnato.

Il secondo invece messo in evidenza da FUT Economist ripropone, anche se con meccaniche diverse, il kick off glitch, ossia il gol dopo il calcio d’inizio. Se l’ultima patch aveva diminuito le possibilità di segnare (perchè, lo ricordiamo, la patch non impedisce automaticamente, e ci mancherebbe altro, di subire il gol, ma fa si che la difesa sia più attenta in particolar modo sulle incursioni centrali degli attaccanti, ma poi spetta al giocatore far maggiore attenzione nel difendere) ecco che ancora qualche limite sembra esserci sui cross

Sembra dunque che EA Sports debba mettersi al più presto al lavoro per sistemare il prima possibile questi bug che in ogni caso rischiano di falsare quello che è un mese di qualificazione alla FUT Champions CUP di aprile