FIFA 22: novità, rumors, data di uscita e curiosità!

EA Sports è ormai da molti mesi al lavoro su FIFA 22, nuovo capitolo del videogame calcistico più venduto al mondo, e giorno dopo giorno aumentano sempre di più le indiscrezioni su tutte quelle che potrebbero essere le novità.

Come da tradizione in questa guida proveremo a riassumere tutte le notizie, le curiosità ed i rumors su FIFA 22, cercando anche di fare un po’ di chiarezza su quali sono le voci più attendibili e quali invece sono quelle al momento prive di fondamento!

Iniziamo!

FIFA 22: quando esce?

EA Sports ha svelato ufficialmente l’11 luglio la data di uscita di FIFA 22 che sarà disponibile dal 1°ottobre. Chi acquisterà la Ultimate Edition (unica versione speciale prevista quest’anno) potrà giocare dal 27 settembre, con quattro giorni di anticipo

Il gioco sarà rilasciato in contemporanea su PS5/Ps4 Xbox One/Xbox Series X/S, su PC e Google Stadia. E’ prevista anche una versione Legacy (solo aggiornamento rose e divise, senza altre novità) per Nintendo Switch

Trailer FIFA 22

Il primo reveal trailer di FIFA 22 è stato mostrato l’11 luglio e si concentra sull’Hypermotion Technology, una delle novità di questa edizione, feature presente in esclusiva su piattaforme next gen (Playstation 5, Xbox Series X/S e Google Stadia)

FIFA 22: Mbappè sulla Copertina!

Il 9 luglio EA Sports ha confermato che sulla copertina di FIFA 22 ci sarà ancora Kylian Mbappé!

FIFA 22: prezzo ed edizioni

FIFA 22 sarà disponibile solo in 2 edizioni differenti di FIFA 22, Standard Edition, e Ultimate Edition, mentre non ci sarà spazio per la Champions Edition.

La Standard Edition sarà poi venduta in due versioni una per next gen (PS5 e Xbox Series X/S) e l’altra per Old gen (PS4 e Xbox One)

I prezzi sono in linea con quelli degli anni precedenti, ossia 69,99€ per le Standard Edition (PS4 ed Xbox), 79,99€, e 99,99€ per la Ultimate. Chi ha un abbonamento EA Play può usufruire dello sconto del 10%.

La Ultimate Edition può inoltre essere acquista con un ulteriore sconto usufruendo del bonus fedeltà a cui si accede cliccando sul pulsante “Prenota FIFA 22” presente nel menù di FIFA 21 (attenzione, al momento chi possiede una console di nuova generazione, ad esempio PS5, deve avviare la versione old gen di FIFA 21 per vedere attivo il pulsante)

I preordini hanno preso il via l’11 luglio quando è stato mostrato il primo trailer di FIFA 22

Differenze per quanto riguarda la possibilità, per coloro che acquistano il gioco per PS4/Xbox One, di ottenere l’aggiornamento gratuito alla versione per PS5/Xbox Series X: il programma “Dual Entitlment” per l’upgrade senza costi aggiuntivi alla versione per console next-gen, sarà essere disponibile esclusivamente per la versione Ultimate e non per la Standard!

Beta FIFA 22: chi potrà provarlo in anteprima?

Durante il mese di agosto EA Sports, come accade ogni anno, consentirà ad un numero ristretto di utenti di testare (al fine di individuare i maggiori bug e segnalarli su un’apposita sezione del forum ufficiale) di provare per circa dieci giorni, una versione non definitiva (conosciuta in ambito informatico come versione BETA, da non confondere con la DEMO) del gioco.

Ad avere questa occasione saranno in particolar modo alcuni utenti di Gran Bretagna e Stati Uniti, selezionati da EA Sports in base a vari criteri, in particolare alle loro attività sulle versioni precedenti di FIFA e, così come accaduto negli ultimi anni, anche tutti coloro che hanno raggiunto lo status di verificato su FIFA 21 (conquistando, entro il 31 dicembre, 27 vittorie su 30 almeno una volta nel corso della stagione nella FUT Champions Weekend League, acquisendo anche il diritto a partecipare alla qualifiche per i tornei della Global Series)

Da sottolineare che a partire dal 22 giugno EA Sports ha avviato, con un gruppo ristretto di tester in Canada ed in Inghilterra, una prima fase di test con una versione ancora precedente alla beta. Alcune immagini di quella versione sono iniziate anche a circolare online e, vista la “fuga di notizie” Electronic Arts ha poi deciso dopo qualche ora di sospendere temporaneamente questi test, forse anche per individuare chi, fra i soggetti invitati a questa prima fase di test, ha violato l’accordo di riservatezza.

Demo FIFA 22

Una delle soprese, in negativo, di FIFA 21, è stata l’assenza di una versione DEMO.

Non ci sono informazioni in merito ma la speranza è che quest’anno gli utenti abbiano la possibilità di scaricare una versione di prova di FIFA 22 nel corso delle prime settimane del mese di settembre.

FIFA 22 Playstation 5 ed Xbox Series X/S piattaforme di riferimento

FIFA 22 sarà di fatto il primo capitolo della serie ad essere sviluppato avendo come piattaforme di riferimento le console di nuova generazione, PS5 ed Xbox Series X/S.

Se infatti FIFA 21 è stato rilasciato su queste console, si è trattata di una versione in larga parte identica a quella presente su PS4 ed Xbox One, con piccole migliorie a livello grafico. Così non sarà invece essere per FIFA 22 che potrebbe sfruttare in maniera decisamente migliore l’enorme potenza di calcolo delle nuove console, anche per aspetti che riguardano l’intelligenza artificiale, e la fisica dei movimenti, sia del pallone che dei calciatori.

Alcune features, in particolare la Hypermotion Technology, vedranno la luce solo sulle versioni per la “nuova generazione”. Nessuna differenza ci sarà invece per quanto riguarda le modalità di gioco con Weekend League e Division Rivals che naturalmente saranno confermate anche su “old-gen”.

Ci vorrà ancora qualche anno, vista anche le enormi difficoltà nel reperire sul mercato le Playstation 5 (quasi introvabili al momento) e le nuove Xbox, prima che PS4 ed Xbox One vengano abbandonate definitivamente, come accaduto di recente con la Playstation 3, ma questo è già un primo ed importante passo verso un FIFA di nuova generazione

FIFA 22 Hypermotion Technology

Laa “Hypermotion Technology” come sottolineato nel paragrafo precedente, è una delle novità che vedremo quest’anno e che riguarderà esclusivamente la versione next-gen per PS5 ed Xbox Series X/S.

Si tratta di una tecnologia che, sfruttando anche l’enorme potenza di calcolo delle nuove console, grazie all’intelligenze artificiale ed al “machine learning” permetterà di realizzare animazioni sempre più realistiche.

In particolare EA Sports ha messo a punto un sistema di cattura avanzato, che va a sostituire il vecchio “motion capture” e che permette di acquisire dati dai movimenti 11vs11 di due squadre impegnate su un campo di calcio.

FIFA 22: su PC versione “old gen”

La versione per PC sarà basata su quella per PS4 ed Xbox One e non godrà quindi di alcune caratteristiche avanzate

FIFA 22: confermata la licenza ufficiale di Champions League ed Europa League!

Nello scorso mese di febbraio EA Sports ha rinnovato per un ulteriore triennio, fino dunque alla stagione 2023/24, la licenza ufficiale UEFA, che permetterà di inserire all’interno di FIFA 22 ed almeno delle due edizioni successive, la Champions League e l’Europa League, così come la Supercoppa Europea. Nel comunicato pubblicato l’11 luglio si fa cenno anche alla “Conference League“, nuova competizione che prenderà il via nella prossima stagione.

FIFA 22 e la Serie A: videogioco partner ufficiale? Cosa accadrà a Juventus, Roma, Atalanta e Napoli?

Nell’assemblea della Lega Calcio dello scorso 14 maggio si sarebbe discusso fra le altre cose anche della proposta fatta da Electronic Arts per far diventare FIFA 22 “Official Videogame partner”, ossia videogioco ufficiale, della Serie A

Abbiamo usato il condizionale perché ancora oggi, ad un mese di distanza da quell’assemblea, non è stato rilasciato, né dalla Lega Calcio, né da Electronic Arts, un comunicato ufficiale che confermi questo accordo, anche se, come riportato da alcune fonti, negli scorsi giorni, pur non scendendo nei dettagli, la partnership sarebbe stata ribadita dal direttore marketing del campionato italiano in un’intervista.

Abbiamo già ampiamente spiegato quali potrebbero essere le conseguenze di questo accordo che, salvo sorprese, non comporterà purtroppo il ritorno della licenza ufficiale di squadre come la Juventus, la Roma e l’Atalanta (Bergamo Calcio molto probabilmente su FIFA 22), che dalla prossima stagione saranno presenti in esclusiva su PES, con il Napoli che lascerà il titolo di Electronic Arts la stagione successiva: la Serie A infatti, a differenza degli altri campionati principali, non gestisce in maniera diretta i diritti d’immagine dei club, con le squadre che possono trattare, e vendere in esclusiva la licenza al titolo concorrente. Situazione dunque diversa da quelle ad esempio di Barcellona e Bayern che non sono “partner in esclusiva”.

A proposito della Juventus, un po’ di confusione è emersa di recente dopo l’intervista radiofonica all’emittente Radio Kiss Kiss al CEO del team UT7, team vincitore con DaniPitbull, in rappresentanza del Benevento, della prima edizione della eSerie A, la versione virtuale del campionato italiano, intervista in cui si era parlato di un ritorno della Juventus su FIFA 22, visto l’addio del Napoli, addio che però come abbiamo già spiegato, avverrà su FIFA 23, anno in cui dovrebbe poi effettivamente scadere, salvo rinnovi, il contratto di esclusiva del club bianconero.

L’ipotesi più realistica sulle novità derivanti dall’accordo fra le Serie A ed EA Sports è, a nostro avviso, quella dell’arrivo su FUT della card dedicata al POTM della Serie A, il miglior giocatore del mese. Con i diritti Tv dell’intero campionato passati a DAZN, non è da escludere che anche per il nostro campionato possa essere utilizzato in game un pacchetto broadcast con le grafiche televisive ufficiali.

FIFA 22 Serie B e Serie C

Se un accordo sembra essere stato effettivamente raggiunto con la Serie A, purtroppo sembrano poche, per non dire nulle, le speranze di vedere di nuovo la Serie B su FIFA 22. Il campionato cadetto ha stipulato lo scorso anno una partnership con Konami per PES e ad al momento non ci sono indiscrezioni che parlino di un possibile ripensamento in merito.

Resta da capire se EA Sports, come accaduto su FIFA 21, inserirà le poche squadre con licenza nel Resto del Mondo, oppure se, ritornando a quanto fatto in passato, ci sarà di nuovo la possibilità di vedere la lega denominata “Calcio B”, sia pure con quasi tutte le squadre prive di divise, nomi e stemmi ufficiali.

Sempre a proposito di licenze e nuovi campionati una delle voci, del tutto priva di fondamento, che praticamente ogni anno circola è quella relativa alla presenza della Serie C in Fifa

Purtroppo crediamo sia meglio spegnere, per l’ennesima volta, sul nascere ogni entusiasmo.

Ricordiamo innanzitutto che EA Sports fornirà solo a settembre le informazioni sulle squadre ed i campionati presenti in FIFA. Tale scelta è dettata anche da ragioni di carattere legale visto che nulla può essere dato per scontato finché non vengono trovati e siglati accordi con le varie leghe, federazioni e club. L’unica fonte affidabile è appunto il sito ufficiale di Electronic Arts e tutte le altre informazioni che spesso circolano nel corso dei mesi vanno prese con le dovute cautele

Fatta questa premessa ci sono ulteriori considerazioni che ci portano a concludere, come già fatto in numerose altre occasioni, come sia praticamente ai limiti dell’impossibile la presenza della Serie C italiana su FIFA 22

La prima considerazione è dettata dal buon senso: come già abbiamo avuto modo di vedere, vista l’organizzazione del calcio in Italia, ci sono già enormi difficoltà nell’acquisire i diritti dei campionati maggiori, difficoltà che sono ancora superiori man mano che si scende di categoria.

La seconda è di carattere organizzativo: la Serie C italiana è attualmente strutturata in tre gironi, con quasi 60 squadre. Spesso, a causa di fallimenti e mancate iscrizioni la lista completa dei club iscritti al campionato la si ha solo a settembre inoltrato quando ormai il gioco è già pronto ed aspetta solo di essere lanciato sul mercato.

Insomma gli ostacoli sono decisamente numerosi e, almeno finché non cambierà la struttura della Serie C, omologandola a quella di nazioni come la Germania o l’Inghilterra, con un unico campionato da 20/24 squadre, ci appaiono come problemi decisamente insormontabili.

Nuovi campionati e nuove squadre in FIFA 22?

Come da tradizione bisognerà attendere le ultime settimane prima dell’uscita del gioco per conoscere la lista completa dei campionati con licenza ufficiale presenti in FIFA 22 e quindi anche su questo fronte ogni informazione che circola è da prendere con le dovute cautele

Uno dei campionati che potrebbe essere aggiunto è quello indiano, come confermato anche da alcune testate giornalistiche locali. La Indian Super League è presente già da qualche anno su FIFA Mobile e non ci stupirebbe pertanto una sua aggiunta

Recentemente l’insider e dataminer FUT Watch ha segnalato che nel database di FUT 21 sono state aggiunte le stringhe relative a 4 campionati:

  • National League (5° divisione inglese)
  • Campionato Ungherese
  • Campionato cipriota
  • Campionato colombiano

La National League sarebbe un’assoluta novità, mentre per il campionato colombiano si tratterebbe di un ritorno dopo una stagione di assenza

Per ciò che concerne invece il campionato ungherese e quello cipriota, stando ad alcune indiscrezioni, ad essere presenti potrebbero essere solo alcuni club, in particolare quelli partecipanti alle competizioni europee, Champions League, Europa League e Conference League, come ad esempio il Ferencváros o l’Apoel Nicosia

Un’altra squadra che potrebbe essere aggiunta è l’Hadjuk Spalato

Nuovi telecronisti per la versione italiana?

Una voce molto recente parla di nuovi telecronisti in arrivo per la versione italiana di FIFA 22. Ricordiamo che da FIFA 15 la coppia di commentatori è composta da Pierluigi Pardo e Stefano Nava.

Impossibile sapere al momento quanto ci sia di vero in questa affermazione, così come non è da escludere l’ipotesi che sia solo una delle due “voci” di FIFA a cambiare. Il maggiore indiziato ad essere sostituito potrebbe essere in questo caso Stefano Nava. Ci stupirebbe l’assenza di Pierluigi Pardo considerando che quest’anno i diritti TV del campionato italiano saranno su DAZN, di cui Pardo è il commentatore di punta, senza dimenticare fra l’altro che di recente ha anche svolto anche il ruolo di caster per la fase finale della eSerie A di FIFA 21.

Anche le ultime indiscrezioni avvalorano questa ipotesi con Lele Adani che dovrebbe andare ad affiancare Pardo

Sempre a proposito di nuovi telecronisti da segnalare il possibile arrivo, per la versione inglese, della prima commentatrice donna, Alex Scott

I nuovi stadi in arrivo su FIFA 22

Salvo ritardi e sorprese, almeno due nuovi stadi faranno il loro debutto su FIFA 22. Il primo è il Community Stadium del Brentford, club promosso per la prima volta in Premier League: grazie all’accordo pluriennale esistente fra il campionato inglese ed Electronic Arts, sarà infatti possibile riprodurre all’interno del gioco l’impianto che ospita le partite dei biancorossi!

Dovrebbe fare la sua comparsa anche lo stadio El Sadar che ospita le partite dell’Osasuna, come riportato da un quotidiano locale, anche in questo caso in base agli accordi esistenti con LaLiga spagnola.

Dovrebbe per lo stesso motivo esserci anche l’Estadio Ramón de Carranza del Cadice.

In entrambi i casi manca ancora l’ufficialità, ma a nostro avviso sono davvero pochi i dubbi in merito alla loro presenza

Passando alle voci non confermate, qualche novità potrebbe emergere dal Portogallo, dove già dallo scorso anno si parlava della presenza su FIFA 21 degli stadi di Benfica (Estádio da Luz) e Porto (Estádio do Dragão), club partner di EA Sports, la cui assenza lo scorso anno sarebbe stata legata alle limitazioni ed alle difficoltà imposta dall’emergenza pandemica

Per la Bundesliga dovrebbe essere aggiunta la SchücoArena del Bielefeld, mentre per la MLS si parla del Banc of California Stadium che ospita le partite dei Los Angeles FC.

Dovrebbe ritornare la Bombonera, visto che il Boca Juniors ha terminato il contratto in esclusiva con Konami

Difficile ci siano novità per quanto riguarda gli stadi della Serie A, dove dovrebbe essere confermato solo San Siro anche se, il recente accordo siglato con la nazionale italiana, ritornata negli scorsi mesi con licenza ufficiale su FIFA 21, dopo l’assenza ad inizio gioco, riaccendo un piccolissimo lume di speranza per ritorno dello Stadio Olimpico, di proprietà del CONI.

Niente modalità “Mondiali” su FIFA 22

Il prossimo anno si svolgeranno i mondiali di calcio Qatar 2022! Per la prima volta il torneo si disputerà in inverno (viste le temperature estive proibitive nel paese mediorientale.

La competizione prenderà il via il 21 novembre 2022 e si concluderà il 18 dicembre 2022.

Non c’è dunque da stupirsi se la modalità mondiali, vista l’ultima volta su FIFA 18, sarà assente su FIFA 22: a novembre del prossimo anno infatti sarà già uscito, da un paio di mesi, FIFA 23, ed è in quel titolo che probabilmente avremo la possibilità di giocare con le nazionali qualificate a Qatar 2022

Carriera Online su FIFA 22?

La comparsa di una posizione di lavoro presso Electronic Arts, in cui si parla della ricerca di ingegneri informatici, che avranno fra le mansioni quella di lavorare ad una “modalità carriera online”, ha suscitato grande entusiasmo nella community, essendo questa una delle features più richieste da anni.

Come abbiamo già evidenziato, lo sviluppo di FIFA 22 sta per volgere al termine e quindi è piuttosto realistico ipotizzare che, sempre ammesso che EA Sports proceda nella realizzazione di una simile modalità, cosa ad oggi tutt’altro che confermata, bisognerà come minimo attendere FIFA 23 per vedere i primi risultati di tale lavoro.

Ricordiamo che nel recente gioco ufficiale della Formula 1, sviluppato da CodeMaster, software house da qualche mese passata sotto il controllo di Electronic Arts, ha fra le novità una modalità carriera online multigiocatore che permette a due utenti di sfidarsi sui tracciati di tutto il mondo, e quindi non è da escludere a priori che qualcosa di simile possa accadere, in un futuro a nostro avviso non prossimo, anche su FIFA.

Nuovi moduli in arrivo?

Secondo quanto riportato dall’insider ChampVG su Twitter nuovi moduli sarebbero in arrivo su FIFA 22:

Novità per carriera allenatore e carriera giocatore!

Prime novità della carriera allenatore ufficialmente confermate:

  • Sarà possibile creare una squadra personalizzata
  • Disegnare le divise di tale squadra e lo stemma (probabilmente con un editori simile a quello presente in Pro Club)
  • Sarà possibile “costruire” e personalizzare il proprio stadio

Anche la carriera giocatore subirà un restyling ed anche se non sono stati forniti maggiori dettagli dovrebbero esserci molte più possibilità di personalizzazione così come dovrebbe aumentare il numero di “scene di intermezzo” per un’esperienza di gioco che, sia pur non in maniera completa, potrebbe essere simile a quella vissuta con The Journey – Il Viaggio!

Modifiche al Pro Club!

Anche il Pro Club subirà qualche ritocco: confermata la possibilità di creare giocatori donna, sarà presente anche qui un maggior livello di personalizzazione, inclusa quella dello stadio. Varierà anche il sistema di crescita del Virtual Pro, e non ancora meglio specificate funzioni “social” permetteranno di trovare più facilmente le partite

VAR su FIFA 22

Sono anni che gli appassionati di FIFA, in particolar modo coloro che puntano ad avere una simulazione quanto più possibile aderente alla realtà, chiedono ad EA Sports l’introduzione del VAR su FIFA

Come sottolineato negli scorsi anni da Sam Rivera, uno dei produttori esecutivi del gioco, Il VAR in un videogioco sarebbe di fatto solo un elemento visivo, scenografico, che non andrebbe minimamente ad influire sulla decisione presa dall’IA dell’arbitro: il computer conosce già cosa accade durante la partita e non ha bisogno, a differenza di un essere umano, di rivedere l’azione.

Rivera non ha tuttavia escluso che in futuro prossimo, possa essere inserita una scena, fittizia, che simuli il comportamento dell’arbitro quando ricorre al VAR, ma sarebbe appunto solo un’animazione di intermezzo che, per i motivi sopra illustrati, non servirebbe a far cambiare decisione o ad evitare errore.

Non un priorità dunque e quindi nessuna certezza su una sua inclusione in FIFA 22

Nuove icone su FIFA 22 Ultimate Team? Arrivano anche gli “Eroi”

Come ogni anno non dovrebbero mancare nuove icone su FIFA 22, con il ritorno su Ultimate Team, di alcuni campioni del passato!

Il primo nome è quello di Cafù, apparso anche in alcuni video promozionali dedicati a FIFA 21

Un altro nome salito alla ribalta a fine giugno è quello di Alfredo Di Stefano!

Ulteriori conferme sono arrivate dal data miner FUT Watch che nelle notte fra il 6 ed il 7 luglio ha identificato nel database i seguenti nomi di nuove icone, disponibili in 3 versioni differenti (più in futuro la Icon Moments)

✅ Rooney 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿
✅ Van Persie 🇳🇱
✅ Cafu 🇧🇷
✅ Di Stefano 🇦🇷🇪🇸
✅ Casillas 🇪🇸

Sempre FUT Watch ha fatto notare che nel database sono state inserite numerose stringhe di testo relative ad nuovi club, ed alcuni di essi potrebbero essere riferiti alle squadre in cui hanno militato leggende del passato. Ad esempio l’Iperzola è la prima squadra in cui ha giocato “Totò” Di Natale come evidenziato dall’insider NonoLoko

La possibile presenza di alcuni giocatori, come il portiere polacco Dudek (collegato con il club di seconda divisione polacca GKS Tychy) o come il russo Mostovoj (collegato con il club ormai non più esistente “Presnya Mosvka” aggiunto al database) si spiega anche con un’altra delle novità i “FUT Heroes“, ossia gli Eroi di FUT, confermati ufficialmente da EA Sports l’11 luglio

Fut Heroes

Si tratta di fatto di un nuovo tipo di card che andrà a replicare su FUT quello che già accade sulla modalità Ultimate Team di NHL, il gioco di hockey su ghiaccio di EA Sports, dove accanto alle icone principali (lì definite “Master Icons” ognuna con più versioni, Bronzo, argento e Oro, corrispondenti alle versioni Base, Mid e Prime di FUT) ci saranno un’altra serie di giocatori, che per un motivo o per un altro, nell’arco della loro carriera, sono stati protagonisti di momenti “epici” ma che poi non hanno raggiunto livelli tali che giustificherebbero la loro inclusione nel roster delle icone

Ciò ad esempio si addice perfettamente a Dudek, fra gli eroi della vittoria in Champions contro il Milan nel 2005, e che potrebbe far parte dunque dei “FUT Heroes” con un’unica card speciale, dedicata a quel momento specifico della sua carriera!

Dovrebbero far parte degli Heroes alcuni di questi calciatori, che inlcudono anche i 9 già confermati ufficialmente anche da EA Sports l’11 luglio

✅ Di Natale 🇮🇹
✅ Dudek 🇵🇱
✅ Cahill 🇦🇺
✅ Dempsey 🇺🇸
✅ Mario Gomez 🇩🇪
✅ Mostovoj 🇷🇺
✅ Abedì Pelè 🇬🇭
✅ Cordoba 🇨🇴
✅ Ginola 🇫🇷
✅ Jorge Campos 🇲🇽
✅ Morientes 🇪🇸
✅ Solskjær 🇳🇴
✅ Milito 🇦🇷
✅ Joe Cole 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿
✅ Canizares 🇪🇸
✅ Kohler 🇩🇪
✅ Robbie Keane 🇮🇪
✅ Ljungberg 🇸🇪

Attenzione anche alla scadenza di alcuni contratti per i diritti d’immagine delle icone: è possibile che ci sia qualche assenza rispetto alla lista dei nomi presenti quest’anno su FIFA 21!

Cambia la Weekend League su FIFA 22?

Un altro rumors che circola con insistenza è quello relativo ad un importante cambiamento della Weekend League in FIFA 22(con la possibilità che addirittura venga modificato anche il nome della competizione!)

Fra le novità, ad oggi ancora non confermate, ci sarebbero:

  • Nuova modalità di qualificazione: dovrebbero scomparire i punti qualificazione FUT Champions, che si ottenevano disputando le partite delle Division Rivals. Ogni utente avrebbe a disposizione un certo numero di tentativi, si parla di 3, per ottenere 3 vittorie in una serie di 5 incontri, una modalità di qualificazione simile, ma non identica, a quella che c’era fino a FIFA 18, in cui era necessario vincere uno dei tornei di qualificazione settimanali.
  • Numero inferiore di partite: Il numero di partite di Weekend League da disputare dovrebbe essere inferiore a 30 anche se nessuna decisione finale sarebbe stata ancora presa. Gli ultimi rumors parlano di 20 partite
  • Nuovi premi: Dovrebbero cambiare sostanzialmente anche i premi della Weekend League, con card migliori a seconda del piazzamento conquistato. Poco chiara al momento la situazione relativa a questo punto con voci che parlano sia della possibilità della presenza dei giocatori delle varie promo nei premi (oltre agli IF), che a quella di un “nuovo tipo di card”, specifico per i premi della Weekend League, con la possibilità di trovare versioni diverse dello stesso giocatore, con overall più elevato, man mano che si raggiunge un livello superiore.

Cambiano le Division Rivals su FIFA 22?

Anche le Division Rivals cambieranno su FIFA 22. Oltre a non essere più lo strumento per la qualificazione alla Weekend League, stando agli ultimi rumors, queste dovrebbero essere le novità introdotte:

  • Competizione stagionale (come gli obiettivi per intenderci) e non più settimanale
  • Nuovi premi, con anche ricompense legate al superamento di determinati traguardi
  • Nuova divisione “Elite”, superiore alla prima, che verrà utilizzata per stabilire l’accesso alle competizioni ufficiali delle Global Series (sostituendo di fatto lo status di verificato tramite Weekend League che c’era da qualche anno). Una volta conquistato l’accesso alla divisione Elite non sarà più possibile retrocedere

Aggiorneremo questo articolo ogni volta che ci saranno novità su FIFA 22! Aggiungilo dunque ai preferiti per restare sempre aggiornato!

Le novità in arrivo su Volta

Iniziano ad arrivare anche le prime indiscrezioni su Volta Football, che dovrebbe diventare una modalità sempre più “arcade”

Stando agli ultimi rumors verranno innanzitutto introdotti tutta una serie di mini giochi, come il “Calcio-Tennis”, il “Dodgeball”, “The Floor is Lava” etc

Farà a quanto pare il suo ritorno anche il “contatore” delle skill, come nei vecchi FIFA Street, ma non sappiamo ancora se ad esso sarà associata la possibilità di eseguire un tiro speciale (quello che veniva definito “Gamebreaker”)